Dicembre 12, 2019 FarmacistiInAiuto

Sostegno Ospedale Msange

Il piccolo Health Center di Msange è una struttura ospedaliera gestita dai padri Stimmatini della Missione di Msolwa, nella valle del fiume Yovi, presso Mikumi – distretto di Morogoro – Tanzania.

Eroga assistenza ad una popolazione di circa 20-25.000 persone distribuite in una ventina di villaggi su un’area di circa quattrocento
chilometri quadrati. Poiché il livello di povertà resta elevato e le comunicazioni sono carenti, è indispensabile che la struttura sanitaria sia in grado di fornire servizi sanitari diversificati, di buon livello ed a costi molto contenuti in modo che per tutti, anche per i più poveri, sia possibile accedere alle cure mediche.

L’Associazione Matumaini è presente in questa zona da diversi anni assistendo all’evoluzione del centro sanitario di Msange da Dispensary (che equivale ad un grosso poliambulatorio) ad Health Centre (HC) (che equivale ad un Ospedale di prima livello), con il supporto e l’incoraggiamento delle Autorità sanitarie locali che riconoscono ormai questo nostro Centro sanitario come parte essenziale della rete sanitaria della regione, opinione condivisa anche dagli abitanti della nostra valle.

Farmacisti in aiuto, a partire dall’anno 2012, ha scelto di offrire il proprio sostegno proprio per la fornitura annuale di farmaci.

Scarica la scheda del progetto

I DETTAGLI DEL PROGETTO

Il progetto
Il paziente arriva alla struttura e versa un ticket minimale di accesso; viene poi visitato e gli vengono prescritti gli accertamenti, effettuati i quali viene richiamato, gli viene spiegata la diagnosi e prescritta la terapia. Se la situazione è grave viene ricoverato, altrimenti si reca all’apposita sezione farmaceutica dove acquista i farmaci prescritti ad un costo estremamente contenuto ed inferiore al costo reale.

L’eventuale ricovero ha un costo a parte. Gli accertamenti, invece sono gratuiti.

Obiettivi

1. Permettere l’accesso  all’assistenza sanitaria anche ai più poveri.
2. Garantire un sufficiente approvvigionamento annuale per tutti i farmaci necessari alla normale attività dell’Health
Center.
3. Incrementare la gamma dei possibili trattamenti terapeutici.
4. Permettere l’accesso a terapie ottimali e non di ripiego.

L’attività svolta all’interno dell’ospedale

Una serie di interventi ed attività presso il nostro HC, aperto h24, si sono ormai consolidate e diventate “ordinaria amministrazione”:

  • Il servizio vaccinazioni è a regime ed offre a tutta la popolazione le seguenti prestazioni:
    • vaccinazioni antipolio e trivalente a tutti i bambini della valle;
    • vaccinazione antitetanica, anti epatite B e anti-tubercolare per gli adulti;
  • I servizi di ostetricia e pediatria (soprattutto per la cura della malaria cerebrale o complicata) sono in piena espansione, ormai a regime sia gli incontri di educazione sanitaria alle donne, sia le attività ambulatoriali;
  • I farmaci vengono dispensati come di consueto alla fine della visita a costi molto contenuti, inferiori persino ai costi dei centri pubblici; non è stata segnalata carenza di alcun farmaco, inclusi i derivati dell’artemisia, che sono ormai il (costoso) gold standard
    nel trattamento della malaria non complicata;

L’andamento nel 2012 e 2013 è stato molto positivo, sia perché siamo stati in grado di mantenere quanto finora raggiunto, sia perché abbiamo messo in cantiere molte nuove iniziative finalizzate a migliorare la quantità e la qualità dei servizi, sia perché è ormai evidente che Msange è apprezzato e tenuto in massima considerazione dalla popolazione e dalle Istituzioni.

Rapporto 2014 e 2015

Notizie decisamente positive per quanto riguarda la fiducia della popolazione locale e del Governo locale verso le nostre attività. Riuscire a trasmettere il concetto che la salute e soprattutto la prevenzione siano un aspetto fondamentale per diminuire le morti e la contrazione di pericolosissime e mortali malattie è per noi un importantissimo successo.

Dati positivi nel primo report del 2016; potenziato il servizio di diagnostica con l’introduzione di un nuovo microscopio a luce polarizzata, 1000 kit per test rapido, una centrifuga elettronica ed emoglobinometri a risposta rapida. Come dice un proverbio kiswahili: “haba na haba ujaza kibaba” (goccia dopo goccia si riempie il bicchiere).