Aprile 12, 2021 FarmacistiInAiuto

Dichiarazione dei redditi: come donare una speranza con il 5×1000 a Farmacisti in Aiuto

Anche quest’anno siamo di nuovo nel periodo della dichiarazione dei redditi. Un momento che si rende ancora più oneroso a causa del periodo di crisi che stiamo attraversando. E’ vero che si tratta di un dovere a cui tutti noi cittadini non possiamo sottrarci, ma esiste il modo di far diventare questo momento un’esperienza positiva che sia d’aiuto a chi ne ha più bisogno.

Con Farmacisti in Aiuto, infatti, è possibile scegliere di donare in beneficienza una parte delle proprie tasse. Farlo è semplice: basta destinare quella parte di imposte al 5×1000 per Associazioni come Farmacisti in Aiuto.

Il 5×1000 è una quota del gettito fiscale Irpef delle persone fisiche che può essere destinata a sostegno delle Onlus. La preferenza deve essere espressa al momento della dichiarazione dei redditi, che sarà effettuata presso il Caf o il commercialista di fiducia. Per scegliere Farmacisti in Aiuto come destinatario del 5×1000 basterà inserire nel riquadro “scelta per la destinazione del cinque per mille dell’IRPEF”, all’interno di “Sostegno del volontariato e delle altre organizzazioni non lucrative di utilità sociale” il Codice Fiscale 97427160581 (preferenza per Farmacisti in aiuto) e firmare.

E’ bene ricordare che non si tratta assolutamente di una quota aggiuntiva da versare, ma solo di una diversa attribuzione di una parte delle imposte che si devono pagare. Inoltre, tutte le donazioni, anche piccole, che vengono fatte a Farmacisti in Aiuto possono essere detratte o dedotte dalla dichiarazione dei redditi, ottenendo così un risparmio fiscale che permette di avere un rimborso di buona parte dell’importo donato.

“Scegliere a chi andrà quella parte delle nostre imposte è un importante vantaggio – spiega Tullio Dariol, presidente di Farmacisti in Aiuto -. E’ una scelta nobile che permetterà di contribuire in prima persona a realizzare molti dei progetti solidali”.

“Il 5×1000 – spiega il Presidente – è, infatti, la nostra linfa vitale che ci permette di poter aiutare chi versa in condizioni di ingente povertà. Sono molte le donazioni che abbiamo ricevuto negli anni e grazie ad esse, siamo sia riusciti a dare sostegno alle famiglie del territorio di Fiumicino, che a dare una speranza di vita migliore ai bambini ed alle famiglie in India, in Tanzania, in Burkina Faso e Senegal: popolazioni che devono costantemente fare i conti con la fame, la carenza d’acqua e la mancanza di strutture sanitarie adeguate”.

“Ci appelliamo al buon cuore di chi vuole fare qualcosa per gli altri. Chi sceglie di donare non deve affrontare nessun costo aggiuntivo – conclude Tullio Dariol -, ma regala un barlume di speranza, aiutandoci ad aiutare il prossimo”.

Per avere ulteriori informazioni, contribuire o sostenere in altro modo i nostri progetti, vi invitiamo a visitare il nostro sito www.farmacistiinaiuto.org, la nostra pagina Facebook /FarmacistiinaiutoOnlus , la nostra pagina sul quotidiano online “Il Faro”, a contattarci via  mail  segreteria@farmacistiinaiuto.org oppure contattare la nostra segreteria al 346-4360567



Seguici anche su ilfaroonline.it