Aprile 6, 2022 FarmacistiInAiuto

Pasqua solidale, Farmacisti in aiuto: “Non solo colombe e cioccolato, ma uscire dall’indifferenza per donare una speranza”

La Pasqua si avvicina e dopo due lunghi anni di limitazioni, isolamenti e restrizioni, forse possiamo tirare un sospiro di sollievo e guardare al futuro del post Covid-19. Eppure, ora incombe su di noi l’ombra della guerra: gli orrori che si stanno consumando in Ucraina dimostrano la brutalità e la scia di morte e distruzione che si lascia dietro. Ora più che mai dobbiamo essere solidali non solo con le migliaia di persone che stanno affrontando tutto questo, ma con tutte le popolazioni che da sempre lottano tra la vita e la morte, in cerca di una salvezza. Farmacisti in aiuto ricorda che un piccolo gesto può fare la differenza.

“Anche quest’anno sottolineiamo l’importanza di non pensare solo al nostro benessere, ma di aprire gli occhi e guardare ciò che ci circonda: disperazione e sofferenza – dichiara Tullio Dariol, presidente di Farmacisti in aiuto -. Non solo nel mondo, ma anche sul nostro territorio: negli ultimi anni, ad esempio, sono aumentati vertiginosamente i nuovi poveri, che si sono ritrovati improvvisamente senza lavoro, senza cibo ed in grosse difficoltà economiche. In occasione della Pasqua, soprattutto in merito al significato religioso che comporta, è fondamentale far sentire la nostra vicinanza a chi ne ha veramente bisogno ed uscire dall’indifferenza”.

“Scegliere di donare solidarietà è una scelta che può fare tanto – spiega il Presidente – : i progetti a cui aderire sono molti e possono essere scelti anche da chi farà la donazione. Ne sono un esempio, ‘Fondo di solidarietà’ o ‘Non fiori ma opere di bene’ o ‘Raccolta fondi per l’Ucraina”.

“Rendere la Pasqua più solidale – conclude Tullio Dariol – è un gesto che può fare bene a tutti: a chi fa il regalo, a chi lo riceve ed a coloro che saranno i destinatari di quella solidarietà. Un modo semplice per fare qualcosa di autentico per il prossimo”.

A chi sceglie di fare un regalo solidale e a chi lo riceve, lasciando i relativi recapiti, Farmacisti in aiuto invierà una lettera di ringraziamento a testimonianza della donazione effettuata, in cui verrà indicato in cosa verrà trasformata (alimenti, medicine, ecc…) e la scheda del progetto scelto.

Farmacisti in Aiuto ricorda che tutte le donazioni, anche piccole, che ci vengono fatte possono essere detratte o dedotte dalla dichiarazione dei redditi, ottenendo così un risparmio fiscale che riduce notevolmente l’importo donato.

Per avere ulteriori informazioni, contribuire o sostenere in altro modo i nostri progetti, vi invitiamo a visitare il nostro sito www.farmacistiinaiuto.org, la nostra pagina Facebook /FarmacistiinaiutoOnlus , la nostra pagina sul quotidiano online “Il Faro”, a contattarci via mail  segreteria@farmacistiinaiuto.org oppure contattare la nostra segreteria al 346-4360567



Seguici anche su ilfaroonline.it